È stato pubblicato sulla Gazzetta del 27 gennaio il decreto che obbliga i commercianti ad accettare i pagamenti con il Bancomat. L’obbligo è limitato ai pagamenti di importo superiore ai 30 euro e scatterà in due fasi: dal 25 marzo (60 giorni dalla pubblicazione) per chi fattura più di 200mila euro, dal 30 giugno per tutti gli altri.

Confesercenti ha già espresso al Governo le forti preoccupazioni per i gravi oneri che i commercianti dovranno sostenere: dall’attivazione POS alle commissioni su ogni transazione. 

La diffusione della moneta elettronica va incentivata ma – secondo noi – l’obbiettivo si deve raggiungere abbattendo i costi di utilizzo, non a furia di obblighi e divieti che mettono in difficoltà le imprese. Abbiamo deciso di approfondire l’argomento dedicandogli uno spazio ad hoc nella nostra sezione In evidenza, dove a breve vi offriremo uno spazio dedicato. Voi intanto che ne pensate? Aspettiamo riflessioni e opinioni sulla nostra pagina di facebook.