E’ turismo la parola d’ordine del progetto “VENETO KULT” promosso dall’Ente Bilaterale Veneto FVG e dedicato alle aziende e ai lavoratori del turismo della nostra regione, finanziato dalla Regione Veneto con un importo da  € 74.972,00.

Marketing territoriale, social media e formazione in inglese

Negli ultimi anni il quadro dei processi turistici in Veneto è profondamente cambiato e si è evoluto in un panorama ricco e articolato, caratterizzato dall’offerta di iniziative, di svariata natura, proposte da imprese, associazioni, enti culturali e turistici. L’obiettivo del progetto “Veneto Kult”, allora, è quello di incrementare i consumi, in tutto il territorio veneto, e sostenere la consapevolezza che la cultura attraversa tutti i settori aggiungendo valore aggiunto a quello del turismo, come volano di sviluppo territoriale in un contesto unito, propositivo e sinergico, strutturato secondo logiche di rete. Importanti partners hanno aderito a questa iniziativa  (consorzi di promozione turistica, la Camera di commercio di Padova, associazioni ed enti pubblici) i quali collaboreranno con EBVF per la buona riuscita del progetto.vIl progetto prevede corsi di perfezionamento, per titolari e lavoratori, di lingua inglese turistico/commerciale, marketing territoriale specifico, booking, storyteling e social media.

Ma, prevede, anche, consulenze di gruppo per quanto riguarda le reti d’impresa, enogastronomia e eventi culturali. Infine è prevista una consulenza di commercializzazione e promozione ai consorzi di promozione turistica che hanno aderito e un viaggio a Londra, capitale del turismo culturale, per apprendere i motivi dei successi organizzativi pubblico/privati che rendono 3,2 miliardi di sterline.

“L’obiettivo in chiave turistica del progetto, attraverso la formazione, la consulenza, workshop e visite studio all’estero” – spiega il direttore Marco Palazzo –  “è quello di valorizzare l’identità del territorio e patrimonio veneto, l’apertura all’accoglienza di un targhet turistico, quello culturale,  spesso sottovalutato, la connessione in rete tra portatori di interessi e l’emersione dell’eccellenza del turismo veneto.”

“In questi ultimi anni l’Ente Bilaterale Veneto FVG, per il settore turistico, – conclude il direttore – dopo aver realizzato altri progetti finanziati professionalizzanti e di riqualificazione (es.“Verso il turismo del benessere” e “Quattro Stagioni”) ha avuto l’intuizione di presentare un innovativo progetto con lo scopo di specializzare il servizio turistico con un target veneto in ascesa e di prevedere attività di perfezionamento per migliorare il servizio”.

Oltre al capofila, hanno creduto e aderito al progetto altri 8 importanti partners e una cinquantina di aziende del settore turistico da tutto il Veneto:

  • Istituto Universitario Salesiano (VE)
  • Comune di Abano Terme (PD)
  • Consorzio di Promozione Turistica Lidi di Chioggia (VE)
  • Camera di Commercio di Padova (PD)
  • Associazione Culturale Circolo 1554 (VE)
  • Assoturismo-Confesercenti VENETO
  • Consorzio Proloco del Decumano (VE)
  • Consorzio Regionale Città d’Arte (VI)

Tipologie aziende: una trentina sono hotel (di cui metà di Chioggia, metà nel resto del Veneto), una dozzina gli stabilimenti balneari e chioschi (tra Jesolo e Chioggia) e una decina sono aziende dei servizi turistici da tutto il Veneto (Itinerari in laguna, Golf Club, Agenzia Viaggi, agenzie eventi, coop. per visite guidate, ecc…).