Torna dal 7 al 10 settembre a Mestre il Festival della Politica, iniziativa culturale di eco nazionale promossa dalla Fondazione Pellicani in collaborazione del Comune di Venezia. Ormai da 7 anni Mestre è il punto di riferimento della discussione politologica italiana: nelle sue piazze, all’inizio di settembre, si danno appuntamento i massimi giornalisti, politologi, scrittori, filosofi e studiosi italiani, per realizzare il sogno di una agorà democratica nella quale le polemiche politiche di giornata lasciano spazio a una riflessione seria, meditata, che ama interrogarsi sulle ragioni più profonde dei processi in atto.

Il “fischio d’inizio” quest’anno sarà nel pomeriggio di mercoledì 6 settembre, giorno della speciale Anteprima tutta dedicata al centenario di Porto Marghera e che darà il via a un flusso di eventi che proseguirà ininterrotto fino alla sera di domenica 10, come sempre creando decine di occasioni di dibattito diffuse in tutto il centro cittadino.

Il tempo del disordine

Gli equilibri geopolitici sono in continua evoluzione. La crisi economica che incombe sulle nazioni europee da almeno un decennio ha generato nuove povertà e accresciuto le diseguaglianze in tutto il pianeta. Sono aumentate paure e insicurezze, alimentate dagli atti terroristici imprevedibili e dall’esplosione di conflitti militari e religiosi. Il fenomeno dell’immigrazione ha posto problemi di integrazione e richiede l’attuazione politiche di accoglienza mai sperimentate finora. Il risorgere del populismo e dei nazionalismi, infine, ha fatto da contraltare allo sbriciolarsi del sistema politico che conoscevamo e alla fine di una certa idea di Europa.

#portomarghera100

La giornata di anteprima del Festival della Politica, tutta dedicata a Porto Marghera, segna l’avvio delle iniziative per i cento anni, e attraverso tre incontri racconta questa tensione tra passato, presente e futuro: un’occasione preziosa per rivivere ciò che è stato Porto Marghera, per capire cosa non è più e per scoprire le potenzialità che può avere.

Anteprima di Mercoledì 6 settembre

Ore 17.00 – Piazzetta Pellicani
“Ripartiamo dal lavoro”
Intervengono Paolo BIZZOTTO (CISL), Gerardo COLAMARCO (UIL), Enrico PIRON (CGIL)

Ore 19.00 – Piazzetta Pellicani
“Un futuro ancora da scrivere”
Presiede: Cesare DE MICHELIS
Intervengono Luigi BRUGNARO, Pino MUSOLINO, Giuseppe RICCI
con Nicola PELLICANI

Ore 18.00 – Piazzetta Battisti
Nicoletta Benatelli, Gianfranco Bettin, Maurizio Dianese, Gianluca Prestigiacomo
“Porto Marghera. Cento anni di storie (1917-2017)”

Leggi tutto il programma del Festival