Hai un’impresa costituita dopo il 30 ottobre 2016 o vuoi costituirne una di nuova? È possibile presentare una domanda di contributi alla Regione Veneto.

Il bando in sintesi

4 milioni e mezzo di euro di fondi europei sono a disposizione delle nuove imprese che parteciperanno a un bando della Regione Veneto.

Possono presentare domanda entro il 16 novembre 2017 le micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese dopo il 30 ottobre 2016 o che si iscriveranno entro il 20 aprile 2018; ma anche i liberi professionisti che hanno ottenuto partita iva nel periodo 30 ottobre 2016 – 16 novembre 2017 (iscritti agli ordini professionali op che aderiscono alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico).

I codici Istat 2007 delle attività economiche ammesse sono allegati al bando. Restano escluse le attività agricole, quelle ricettive alberghiere ed extralberghiere, dell’editoria / cinema / tv / radio / musica, agenzie di viaggio, istruzione, sanità e assistenza sociale.

Il contributo a fondo perduto è del 50% sugli investimenti ammissibili effettuati dal 30 ottobre 2016 al 14 settembre 2018 per un importo tra 20.000 e 150.000 €.

Elenco delle spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute per:
a) macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
b) spese (massimo 3.000 €) di progettazione, direzioni lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie di cui alla lettera f);
c) spese notarili di costituzione della società o dell’associazione di professionisti;
d) spese (massimo 20.000 €) per mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;
e) spese (massimo 3.000 €) per consulenze specialistiche finalizzate all’accompagnamento/tutoraggio del beneficiario nella fase di realizzazione del progetto imprenditoriale ammesso all’agevolazione;
f) spese [nel limite massimo del 40% della sommatoria delle voci di spesa delle lettere a), b), c), d) ed e)] per opere edili/murarie [interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e di ristrutturazione edilizia “leggera”; sono esclusi gli interventi di ristrutturazione edilizia “pesante” e di nuova costruzione] e di impiantistica;
g) spese [nel limite massimo del 10% della sommatoria delle voci di spesa delle lettere a), b), c), d) ed e)] per programmi informatici.

La domanda potrà essere presentata dal 30 ottobre 2017 al 16 novembre 2017.

La Regione esaminerà le domande con valutazione di merito in base ai criteri molto rigorosi, indicati all’articolo 11 del bando. Non sono previsti vantaggi per chi presenta la domanda prima di altri (non c’è il cosiddetto click day).

Confesercenti è in grado di assistere gli interessati in tutte le fasi relative al bando. I tempi per la preparazione e presentazione della domanda sono molto stretti, è necessario quindi avere chiaro il piano degli
investimenti dell’impresa per poter predisporre un progetto che sia in linea con i criteri richiesti dalla Regione.

Considerati i tempi necessari per poterlo redigere il progetto dettagliato. è opportuno che gli interessati ci contattino entro e non oltre il 30 ottobre 2017 (vedi qui sedi ed indirizzi).