Formazione ai commercianti del Mirese, azioni per combattere gli “sfitti” con l’erogazione di voucher per i “temporary shop“, realizzazione di un percorso enogastronomico tra Riviera del Brenta e la Terra dei Tiepolo, strategie di marketing interno.

Questi i primi step dell’avvio del Distretto del commercio e dell’attrattività di Mira, che Confesercenti Riviera del Brenta mette in campo insieme al Comune di Mira, grazie ad un progetto finanziato dalla Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare con un importo di 40.000 euro, per la rigenerazione urbana, commerciale e turistica del territorio.

In occasione della conferenza stampa di presentazione, cui hanno partecipato l’assessore al commercio Vanna Baldan, Enrico Zarotti – Presidente Confesercenti Riviera del Brenta, Francesco Miggiani – manager del distretto, Alvise Canniello che seguirà il progetto, Maurizio Franceschi – Direttore Confesercenti Metropolitana di Venezia, ha dichiarato:

“Crediamo fortemente nella logica dei distretti del commercio come unica strada percorribile per il rilancio dell’attrattività delle nostre città e pertanto, anche a Mira, mettiamo in campo l’esperienza maturata in altri progetti di distretto sviluppati sul territorio, con risorse, competenze e persone in grado di fare squadra per il bene di tutta la comunità”.

Stop a negozi sfitti

In accordo con l’amministrazione comunale e i proprietari delle attività sfitte poste nel centro urbano, un passaggio del progetto prevede anche azioni di valorizzazione dei “negozi sfitti”, alcuni dei quali verranno allestiti con immagini da apporre alle vetrine e materiale informativo che pubblicizzi il Distretto e gli eventi in programma nei mesi a venire. In occasione dell’arrivo del periodo natalizio, Confesercenti darà un contributo, stimato tra le trecento e quattrocento euro, a chi aprirà, anche temporaneamente, un negozio sfitto. Contemporaneamente, Confesercenti ha chiesto al Comune di velocizzare le pratiche per l’apertura dei “temporary shop” e la rinuncia alla riscossione dei tributi dovuti in quel periodo di apertura.

Un percorso enogastronomico in Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo

Il distretto porterà anche, nella primavera del 2019, alla realizzazione di un progetto di filiera enogastronomica che, partendo da Mira toccherà altri comuni fino ad arrivare al miranese, all’interno della OGD Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo. In questa fase, Confesercenti sta coinvolgendo sia i produttori agricoli grazie al contributo di Cia, Coldiretti e Confagricoltura, sia i ristoratori interessati ad aderire a questo nuovo itinerario del gusto con vocazione anche turistica.

Scarica qui il Progetto Distretto del commercio a Mira