Dopo Mira ed il Miranese, con Martellago, Olmo e Maerne, parte anche nel territorio dell’Unione dei Comuni della Città della Riviera del Brenta il distretto del commercio per il rilancio commerciale e turistico del territorio.

Grazie ad un bando vinto da Confesercenti Città Metropolitana di Venezia presso la Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, con un importo pari a 20.000 euro, è partito il progetto di rigenerazione urbana che prevede formazione ai commercianti della Riviera del Brenta in merito alle finalità del distretto del commercio, azioni per combattere gli “sfitti” con l’erogazione di voucher per i “temporary shop“, realizzazione di un percorso enogastronomico tra Riviera del Brenta e la Terra dei Tiepolo, che sarà operativo nella primavera prossima, e strategie di marketing interno.

 

Il progetto è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi all’interno del Comune di Dolo, cui hanno partecipato i sindaci dei comuni interessati, ovvero Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Campagna Lupia, che hanno sottolineato con forza come la strada del distretto che mette insieme pubblico e privato, sia l’unica percorribile per rilanciare i centri urbani.

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, tabella e spazio al chiuso

Per Confesercenti, Enrico Zarotti, Presidente Riviera del Brenta, ed Alvise Canniello, curatore del progetto, si deve necessariamente ricostruire il tessuto commerciale, turistico e sociale partendo da azioni mirate contro i negozi sfitti – circa un centinaio sul territorio dei Comuni dell’Unione – e da una formazione a tutto campo dei commercianti e degli imprenditori sui temi della rigenerazione urbana, del digitale e della logica di rete su cui si fonda il distretto del commercio.

Scarica qui il Progetto Distretto Unione dei Comuni Riviera del Brenta