Negozi di vicinato, risoluzione della direttiva Bolkestein, valorizzazione dei mercati settimanali e una apertura nei confronti della proposta Confesercenti per una nuova normativa sulla logistica dell’e-commerce. Ma su tutti, la dichiarazione che in Regione Veneto sono stati confermati per il 2019 i bandi per i 58 distretti del commercio veneti, vale a dire 5 milioni di euro per l’attuazione dei distretti e per l’operatività dei manager.

E’stato dunque un incontro proficuo quello tenutosi a Padova, tra i vertici di Confesercenti Veneto e l’assessore regionale Roberto Marcato. che ha visto la condivisione dei principali obiettivi per il commercio.

Tutte le istanze presentate dal direttore veneto Maurizio Franceschi, assieme al direttore provinciale di Confesercenti Padova, Maurizio Francescon che ha fatto gli onori di “casa”,  sono state valutate positivamente dall’assessore regionale e dai funzionari presenti all’incontro: rendere operativi i manager di distretto con finanziamenti ad hoc, sostenere l’innovazione delle imprese dal punto di vista digitale e dei servizi in generale ed un’attenzione alla valorizzazione dei centri urbani anche attraverso i mercati settimanali.

Apertura, o comunque disponibilità a ragionare insieme nei prossimi incontri, anche su altri due temi fondamentali per Confesercenti: la diminuzione delle aperture domenicali ed il posticipo dell’inizio dei saldi.