Il 16 febbraio 2019 prenderà il via il primo laboratorio (gratuito) “Pitura Fresca – Riattualizzare Venezia nell’immaginario di massa” (24 ore), promosso da Cescot Veneto, rivolto ad 8 partecipanti occupati e tenuto da Arianna Testino, Direzione editoriale Artribune, coadiuvata da alcuni artisti e testimoni d’eccellenza.

Il Laboratorio ha lo scopo di analizzare criticamente gli elementi che concorrono alla costruzione dell’identità del contesto urbano veneziano, di integrare tematismi innovativi nella riattualizzazione dell’immagine percepita di Venezia e, infine, di narrare la città sotto nuovi aspetti e molteplici punti di vista.

La partecipazione dovrà avvenire fuori dal proprio orario di lavoro.

Le tappe sono in fase di definizione ma la prima parte delle ore è dedicata al territorio lagunare, con un breve excursus storico culturale della città; una seconda parte si concentrerà sulla terraferma Mestre-Marghera e si andranno a riscoprire realtà rimaste un pò in “ombra” ma che partecipano attivamente ad una ambiziosa e impegnativa operazione di rigenerazione urbana del territorio anche dal punto di vista turistico e culturale (musei, mostre d’arte, ecc.)

A marzo un secondo laboratorio

Entro fine marzo verrà avviato anche il Laboratorio “Utopissima” (per occupati) organizzato da “Gli Impresari” e uscirà il bando per la selezione degli 8 beneficiari disoccupati che potranno parte al Laboratorio “Una piccola storia d’amore – Mappatura sentimentale della città di Venezia”.


Ulteriori informazioni al seguente link:

https://www.cescotveneto.it/laboratorio-pitura-fresca-riattualizzare-venezia-nellimmaginario-di-massa/

Per iscrizioni: l.rossi@cescotveneto.it