Le Organizzazioni di categoria Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio hanno proclamato uno sciopero nazionale dei gestori degli impianti di rete ordinaria a marchio IP e TotalErg per Mercoledì 5 giugno (ovvero dalle 19.00 del 4 giugno alle 7.00 del 6 giugno).

La giornata di chiusura degli impianti sarà accompagnata da una manifestazione di protesta, nella mattinata di mercoledì, sotto la sede del Ministero dello sviluppo economico a Roma.

La protesta è motivata dall’atteggiamento del gruppo che non ha mostrato nessuna credibile e concreta disponibilità alla contrattazione del rinnovo degli accordi collettivi ampiamente scaduti e all’adeguamento delle condizioni normative e soprattutto economiche.

Le associazioni dei gestori denunciano il ricorso sovente alla contrattazione one to one, ma soprattutto protestano per la politica di prezzo scelta dall’azienda -con differenziali fra prezzo self e servito fino ad oltre 400,00 €/Klt.- che in questi anni ha contratto volumi di vendita e marginalità di gran parte degli impianti con Gestore.

Il ricorso allo sciopero si è reso necessario per evidenziare lo stato del grande disagio nel quale versa la Categoria, stretta fra le politiche commerciali decise dall’Azienda ed il “mercato”.