Dall’Ufficio Economico di Confesercenti Nazionale arrivano i dati del settore abbigliamento relativi al 2015. La ripresa dei consumi prevista per il 2016 e 2017 resta lenta, perché le famiglie mantengono contenuta la spesa per vestiario e calzature. Riflesso delle vendite ridotte è il saldo negativo tra aperture e chiusure di negozi di vestiario e calzature, ma ci sono anche alcuni dati positivi, sui quali puntare.

Vediamo insieme questi numeri.

L’indagine Fismo-Confesercenti sull’abbigliamento in Italia

Lo studio sul settore della moda è stato presentato il 17 maggio scorso a Roma, durante il Premio Moda Fismo 2016, quest’anno assegnato alla Gianni Versace spa. Dall’indagine è emerso che:

  • nel 2015 la spesa delle famiglie italiane per abiti e calzature è salita dell’1,4%, arrivando a 60 miliardi circa;
  • i consumi per il settore moda rappresentano il 6,5% della spesa totale degli Italiani.

Insomma, tra il 2012 e il 2014 la spesa ha continuato a diminuire, scendendo di più di 6 miliardi di Euro. Ad abbassarsi è stata anche l’incidenza sui consumi complessivi delle famiglie, che si attestava al 13,6% nel 1992 e al 7,1% nel 2012.

Numero di negozi di moda tra 2011 e 2016

Nell’ambito della distribuzione, i negozi indipendenti sono ben lontani dal vedere la ripresa: nei primi 2 mesi del 2016 le imprese chiuse erano 2.000 in più rispetto a quelle aperte. Dal 2011, i negozi di abbigliamento che hanno chiuso sono più di 30.000.

Questo saldo negativo è legato alla ripresa dei consumi, sempre più lenta: per il 2016 e 2017 si prevede sarà solo dell’1%. Ma un dato positivo viene dall’e-commerce: il commercio online del settore moda è cresciuto del 19% solo nell’ultimo anno, aumentando il proprio fatturato di 236 milioni di Euro. Questi sono i dati diffusi a febbraio dal Sole24Ore, che citava alcuni esempi di grandi aziende, quelle che trainano il mercato.

Ma il commercio online rappresenta uno strumento utile anche per i negozi più piccoli, come vi abbiamo spiegato qualche tempo fa. E forse la loro ripresa passerà proprio da qui.